Cirella
Jul 14, 2015

Cirella

  • Posted by: Christina
  • Category:Novita 

Borgo Medioevale , Mausoleo e Anfiteatro Isola di Cirella:
L’anfiteatro che nel periodo estivo ospita importanti concerti e spettacoli a livello nazionale ed internazionale vi aspetta per le vostre vacanza al mare…

Cirella, attualmente frazione di Diamante distante 3 km. dal suo centro urbano con circa 1500 abitanti, vanta anch’essa origini remote che si perdono nella preistoria testimoniate dal ritrovamento di reperti fossili e litici appartenuti ad insediamenti tribali del Paleolitico medio, il periodo più antico dell’età della pietra. Verso il 1200 a.C. fu una delle prime città della zona fondata dagli Ausoni, antiche popolazioni “Italiche” di stirpe indoeuropea che si stabilirono nell’Italia centro-meridionale. Cirella ormai ricostruita dai Romani, alla fine delle guerre puniche, riprese i suoi traffici commerciali, facendo anche da richiamo ai tanti navigatori che approdavano nel suo porto. Nel maggio 2000, furono portati alla luce i resti delle fondamenta di una villa risalente al II secolo d.C., presumendo che lo stesso  sia stato fatto costruire dal proprietario della stessa per esservi sepolto. A Cirella potrete ammirare: Piccola, spopolata e dannatamente bella!

L’Isola di Cirella, situata sulla costa nord-occidentale del Tirreno Calabrese è una due uniche isole dell’intera Calabria. La sua natura, le splendide insenature e grotte formate dalla corrosione delle acque e la sua fauna marina la rendono un’attrazione turistica che merita di essere visitata.

Avvicinandosi all’isola si osserva una fitta flora tipica della macchia mediterranea, prevalentemente composta di piante erbacee, arbusti come il mirto, il lentisco, piante grasse come il fico d’india (Opuntia ficus-indica) e boschetti di Euphorbia.sp; particolare la presenza di bulbi del genere Allium. (aglio, cipolla, …) La salita sull’isola non è tra le più semplici a causa dell’assenza di un vero e proprio punto di attracco e per la presenza di un sentiero approssimativo e poco agevole. Infatti si sconsiglia la salita senza l’ausilio di una guida esperta. Il panorama faunistico dell’isola è alquanto limitato a causa della ridotta superficie dell’isola e alla povertà di ambienti; L’avifauna ne fa da padrona , infatti vi è la presenza di una delle più grandi colonie di gabbiano reale mediterraneo (Larus michahellis) . Sporadicamente l’isola diventa luogo di caccia per la cornacchia grigia (Corvus corone),sparviere (Accipiter nisus) e altri rapaci e spesso è un luogo di sosta per uccelli migratori come aironi e garzette. I mammiferi sono presenti in misura molto ridotta e rappresentati da numerosi roditori ,in particolare ratti(l’altra presenza è dovuta alla bassa presenza di Ofidi , loro predatori naturali) dei quali se ne possono osservare numerose tane e tracce alimentari. Molto caratteristica la presenza di un’isolata popolazione di Podarcis sicula ben osservabile sul versante nord dell’isola che è la zona più rocciosa dove i rettili vanno a termoregolare, i quali esemplari osservati presentano esclusivamente pattern reticolato e sembra completamente assente il pattern concolor (pattern caratteristico della sottospecie presente sull’isola di Dino) Naturalmente ,molto più numerosi e diversi sono gli artropodi presenti, dei quali possiamo osservare coleotteri, ortotteri , lepidotteri ,aracnidi , miriapodi. I fondali dell’isola ,ricchi di Posidonia oceanica (ricordiamo che è una pianta e non un’alga), pullulano di vita ,sono luogo di deposizione e riparo per pesci ,crostacei e tantissimi altri animali marini che come i coralli e gli anemoni ornano il fondale e la scogliera con i loro colori. Sulla sommità si ergono i ruderi di una torre di osservazione militare di pianta quadrata con lati circa 15 m ,essa con funzione di protezione dagli assalti dei pirati saraceni agli inizi del XVII secolo. Questa torre faceva parte della catena delle torri costiere e comunicava direttamente con la torre del “semaforo” che svetta sul centro storico di Diamante. Presenti nelle immediate vicinanze altre due costruzioni a base quadrata di dimensioni minori che fungevano da magazzini. Molto curiosa la presenza di siti sparsi per tutta l’isola dove sono presenti numerosi cocci di epoca romana i quali danno l’idea che in quel periodo l’isola ospitasse strutture probabilmente un piccolo molo o comunque strutture legate alle attività portuali. L’isola di Cirella è adesso, come l’isola di Dino a Praia a Mare e lo scoglio della Regina ad Acquappesa, tutelata dal Parco Marino Regionale Riviera dei Cedri.

Email facebook twitter del.icio.us digg Evernote Klass! Orkut Posterous stumbleupon Tumblr VK

Special Offers

Hotel Residence Domus suggests special offers for all guests

Hotel proved to be good value for money and allowed the relaxation we were looking for at a reasonable price. Hotel has own private parking. Air conditioning were fine. The "partial kitchen" had all we needed to make simple meals and included microwave. The staff was helpful and friendly.

Medard Kraft

Мы провели прекрасную неделю на побережье. Спасибо за Ваше гостеприимство в этой уютной гостинице.

Maria Triner

What an amazing hotel. They offer outstanding customer service. The receptionists are so helpful, friendly and warm. My room was large, clean and modern. The hotel is spacious and quiet. The location is perfect and everything is within walking distance. They really gave me the best and most friendly service.

Alex Johnson

ROOMS

We are pleased to offer you a comfortable accommodation for you and your family or your friends...

read more

Restaurant

Let us guide you where good italian food and wine lovers meet for a unforgettable experience...

read more

Location

Hotel Residence Domus is situated in one of the most exclusive resorts - Santa Maria del Cedro just in front of the sandy beach...

read more